top of page

Fabrizio Spadini

50 x 50 cm

Acrilico su tela

 

In quest'opera della serie "brandbot", si fa riferimento visivo all'azienda Youtube, dove il logo appare deteriorato, assumendo la forma della parola "youth", su di un "arto" del robot o, più precisamente, di un macchinario.

Si tratta di un'immagine che evoca un'idrovora, una sorta di struttura che sembra provenire dal secolo scorso, appartenente a un'infrastruttura idrica dismessa dell'ex blocco sovietico.

Nonostante sia stata fondata meno di 20 anni fa, Youtube sembra ormai appartenere alla preistoria del web, rispetto ai social media e al mondo delle app, nonché agli ultimi sviluppi delle intelligenze artificiali che permettono di generare video sempre più realistici partendo da un testo scritto.

 

I video "deep fake" rappresentano un fenomeno con potenziali impatti sociali, culturali, politici, e così via, che sembrano direttamente tratti da romanzi e film di fantascienza.

In effetti, la vasta banca dati di video ha costituito e continua a costituire la "materia prima" da cui gli algoritmi e i programmi di generazione di contenuti audiovisivi attingono letteralmente per riproporre e trasformare materiale.

 

Allo stesso tempo, l'immagine del macchinario che pesca, aspira, filtra materiale (audiovisivo) dal bacino artificiale raffigurato nell'opera è una metafora del processo di intrattenimento e di formazione culturale che la generazione dei "millennials", ma non solo, ha assorbito principalmente attraverso Youtube e canali simili, ancora oggi dalle varie piattaforme di streaming.

Tali processi sono sempre più soggetti a un invecchiamento rapido, qui metaforizzato dal design "retro" brutalista e dalla ruggine e polvere depositate sul soggetto raffigurato.

 

 

Youth - Fabrizio Spadini

€ 2.750,00Prezzo
    bottom of page